La nascita dei Giochi Olimpici moderni

Pubblicato da il set 20, 2011 in Eventi

La nascita degli Giochi Olimpici moderni.Il termine moderno “Giochi Olimpici” rievoca quei Giochi che si svolgevano ad Olimpia, città dell’antica Grecia la cui tradizione ne colloca la nascita ufficiale nel 776 a. C. Parte della ricerca storiografica ha però evidenziato come la consolidata esperienza dei greci sin dalle prime celebrazioni possa far risalire tale periodo ad una data ancora antecedente.

Cenni Storici

I Giochi Olimpici antichi furono delle manifestazioni non solo atletiche ma anche religiose perchè svolte in onore di Zeus, re degli dei. Dato il carattere religioso non potevano partecipare coloro che avessero commesso un atto indegno. Inoltre, per tutto il periodo della celebrazione veniva attuata una tregua (Ekecheiria) a tutte le ostilità, le guerre e le condanne in corso in tutta la Grecia. Le discipline in cui si esibivano gli atleti di origine greca aumentavano via via nel corso delle varie edizioni arrivando fino a circa venti specialità atletiche di cui la prima in assoluto fu la corsa piana semplice divenuta successivamente più complessa. Si aggiunsero poi la lotta, il pugilato, il pancrazio (lotta e pugilato insieme) ed il pentathlon (corsa dello stadio, salto in lungo, lancio del peso, lancio del giavellotto e lotta). Il premio del vincitore consisteva in una corona di alloro. L’importanza dei Giochi Olimpici nell’antica Grecia diminuì gradualmente con l’aumentare del potere Romano e quindi del cristianesimo secondo il quale i giochi olimpici erano considerati come festa pagana. La sua ultima celebrazione la si fa risalire al 393 d.C. con la strage di Tessalonica.

La rinascita

Alla fine del XIX sec., poi, con la proposta di organizzare giochi sportivi simili a quelli dell’antica Grecia, il barone francese Pierre De Coubertin diede esordio ai Giochi Olimpici moderni. La sua prima manifestazione fu organizzata nel 1896 ad Atene e contemporaneamente fu fondato il Comitato Olimpico Internazionale per la gestione dell’evento. In realtà la proposta di Pierre De Coubertin nasceva da un duplice interesse: migliorare l’educazione fisica dei francesi ritenuta non molto adeguata, e dare l’opportunità ai giovani di tutto il mondo di confrontarsi in competizioni sportive. A lui si devono due grandi princìpi dell’attuale sistema olimpico: la rotazione della sede dei giochi tra tutte le nazioni partecipanti e il motto “l’importante non è vincere, ma partecipare”.

Copyright: julianbock – FotoliaSimilar Posts: